Logo Equivita
 
sperimentazione animale chi siamo attività campagne pubblicazioni
  home > comunicati stampa
 
COMUNICATI STAMPA
 

COMUNICATO STAMPA

23/01/06

 

LA CATTIVA SCIENZA CONTINUA

 

- Nel momento in cui la validità scientifica della sperimentazione animale viene sempre più contestata negli ambienti della Scienza.

- Nel momento in cui NATURE, - la rivista scientifica più accreditata a livello mondiale - emette una vera e propria condanna nei confronti di tale metodo di ricerca, definito “cattiva scienza” perchè non predittivo per l’uomo, e richiede energicamente, in particolare per il progetto europeo REACH, l’adozione di altri metodi di valutazione della tossicità:

L’On. Giulio Schmidt, (di F.I.) , con il sostegno di Farmindustria e degli Istituti di Ricerca, presenta la pdl 5442, che, con piccoli aggiustamenti, rilancia le legge 116 del ’92, rilancia la sperimentazione animale senza neppure richiederne la validazione cui devono oggi essere sottoposti tutti gli altri metodi di sperimentazione, detti “alternativi”.

Le associazioni: Comitato Scientifico EQUIVITA, Animalisti Italiani, Movimento ecologista UNA e Movimento Antispecista, ribadiscono il loro disaccordo su tale iniziativa, già espresso sin dal 02/04/04.

La pdl Schmidt, non raggiunge il fine dichiarato di ridurre la quantità di esperimenti, o la sofferenza degli animali (tra i principali punti ritenuti peggiorativi dalle associazioni firmatarie: 1) estende il silenzio-assenso anche agli esperimenti su cani, gatti e primati, a quelli con forte dolore e senza anestesia, che oggi richiedono tutti l’autorizzazione scritta; 2) annacqua i “metodi alternativi” estendendo il significato di tale definizione; 3) ufficializza la creazione di animali transgenici).

Proporre una nuova legge che regolamenta la sperimentazione animale applicando le 3R (refine, reduce, replace), non a caso tanto care all’industria chimica, SIGNIFICA:

  • riconoscere la necessità e rinforzare la credibiità di tale metodo;
  • usare una “confezione nuova” per rilanciare la sperimentazione animale, proprio mentre la sua credibilità è crollata, mentre sta andando fuori mercato, mentre tanti nuovi metodi assai più predittivi si stanno diffondendo (come ad esempio la tossicogenomica);
  • intralciare il progresso della medicina;
  • esporre la salute umana ad ulteriori rischi, dimenticando i danni già riscontrati (vedi gli ultimi casi più clamorosi: Lipobay, Vioxx, ecc. ecc.; vedi statistiche ufficiali che danno i farmaci come 4a causa di morte nei paesi industrializzati);
  • impedire, come dice Nature, la reale valutazione delle sostanze tossiche immesse nell’ambiente, che sappiamo essere causa di un milione di morti premature ogni anno nell’UE.

Le associazioni sottoscritte possono fornire ogni evidenza scientifica per dimostrare che la sperimentazione animale ha da sempre intralciato il progresso della medicina e ha da sempre costituito uno dei principali fattori di rischio in quanto fornisce una valutazione errata delle sostanze chimiche o farmacologiche.

Comitato Scientifico EQUIVITA,

Animalisti Italiani,

Movimento ecologista UNA e

Movimento Antispecista

Ufficio Stampa:

Equivita tel 06.3220720 – 335.8444949, email: equivita@equivita.it

 

 
Raccolta fondi
Sostieni la nostra attività con una piccola donazione! Qualsiasi aiuto, anche il più piccolo, può fare la differenza
Invia il tuo contributo
Newsletter
Clicca qui per iscriverti
e ricevere direttamente nella tua mail le notizie sulla Sperimentazione Animale e sulle Manipolazioni genetiche, provenienti da tutto il mondo.
  Sito ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiori - Risoluzione 800 x 600 Designed by Studio Graffiti