Logo Equivita
 
sperimentazione animale chi siamo attività campagne pubblicazioni
  home > comunicati stampa
 
COMUNICATI STAMPA
 

COMUNICATO    (21.11.2005)

Nessuna unanimità sulla proposta di legge Schmidt (5442) sulla “Tutela degli animali da esperimento”

 

Il Comitato Scientifico Antivivisezionista EQUIVITA non può esimersi dall’esprimere il suo stupore nell’apprendere che la proposta di legge 5442 per la modifica della legge 116/92 sulla sperimentazione animale viene propagandata come documento “sottoscritto all’unanimità dal Comitato di Revisione” che per oltre un anno ha lavorato a tale proposta, su invito dell’On. Schmidt. (www.saluteeuropa.it/news/2005/11/1116007.htm).

EQUIVITA ha investito in effetti svariate ore di lavoro nel confronto con il mondo dell’industria, dei laboratori di Ricerca e di una parte del “mondo della scienza” (quella legata al perdurare di un metodo di sperimentazione omai contestato dall’altra parte di questo mondo, la parte oggi in maggiore crescita). Ma, non avendo trovato in una sola delle riunioni l’attenzione che esso si aspettava di trovare alle sue posizioni, EQUIVITA ha abbandonato, con una semplice lettera di spiegazioni, il tavolo di lavoro. La proposta di legge era giunta infatti alla sua formulazione pressoché finale e nessuno dei minimi miglioramenti apportati alla 116/92 erano a parere di EQUIVITA tali da giustificare numerosi peggioramenti, tra i quali:

1) l’estensione del silenzio-assenso a tutti gli esperimenti, anche quelli che prima erano soggetti ad autorizzazione scritta

2) il rilancio (con nuovo “packaging”) della sperimentazione animale, prodotto che, per la carenza di basi scientifiche e per la sua sempre più evidente fallacità (responsabile, tra l’altro, delle numerose catastrofi farmacologiche come le ultime del Vioxx e Lipobay) rischia di andare fuori mercato.

Questa iniziativa è ancora più grave al giorno d’oggi, perché lUnione Europea si accinge con il Regolamento REACH, di recente approvato in prima lettura a Strasburgo, a testare la tossicità di numerose sostanze chimiche immesse nell’ambiente negli ultimi decenni, che sono state causa di un grandissimo incremento del cancro e delle altre malattie degenerative (Parkinson, Alzheimer, ecc.), con il fine di regolamentarle e di tutelare la nostra salute.

Mantenendo in vita il metodo di sperimentazione animale (che oggi potrebbe essere sostituito da metodi scientificamente validi, come quelli che derivano dalle nuove conoscenze di genetica applicate allo studio della cellula umana: la tossicogenomica, ad esempio) si consente alle multinazionali chimico-farmaceutiche (estremamente contrarie alla regolamentazione proposta da REACH) di mantenere lo status quo, in quanto con il “modello” animale si può dimostrare tutto e il contrario di tutto (basta variare la specie animale o anche solo il ceppo all’interno di una stessa specie), e di evitare grazie all'"incertezza della prova" di incorrere nella responsabilità civile.

Per un vero (e tremendamente necessario) rinnovamento dei metodi di indagine avremmo desiderato che nella proposta di legge fosse fatto quanto meno un accenno al movimento di dissenso che sta crescendo nel mondo della scienza, o alla necessità di giungere ad una valutazione del metodo di sperimentazione animale (come sostiene il prestigioso “British Medical Journal”, 28/02/05).

Si è invece fatto ricorso, nella bozza Schmidt, al vecchi trucco delle 3R (refine, reduce, replace) che da sempre sono servite a mantenere in vita la sperimentazione animale mettendo l’accento su di un suo presunto “necessario” utilizzo.

Insieme a EQUIVTA si sono ritirati dal tavolo di lavoro di Schmidt due grandi associazioni: Animalisti Italiani e il Movimento UNA, Uomo, Natura, Animali.

In un momento successivo si è ritirato anche il Movimento Antispecista.

Tutto ha fatto la proposta di legge 5442 tranne che trovare il “consenso unanime”.

Per maggiori approfondimenti visitare : www. equivita.org o telefonare al 06.3220720

 

Comitato Scientifico EQUIVITA

Tel. +39.06.3220720, +39.335.8444949

emailto: equivita@equivita.it, www.equivita.org

 

 

 

 
 
 
Raccolta fondi
Sostieni la nostra attività con una piccola donazione! Qualsiasi aiuto, anche il più piccolo, può fare la differenza
Invia il tuo contributo
Newsletter
Clicca qui per iscriverti
e ricevere direttamente nella tua mail le notizie sulla Sperimentazione Animale e sulle Manipolazioni genetiche, provenienti da tutto il mondo.
  Sito ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiori - Risoluzione 800 x 600 Designed by Studio Graffiti