Logo Equivita
 
sperimentazione animale chi siamo attività campagne pubblicazioni
  home > campagne
 
CAMPAGNE
 

Testo del volantino:

VIVISEZIONE

(sperimentazione animale)

USO: assolutamente inutile. Talvolta, dannoso

PRINCIPIO: per consentire la messa in vendita di nuovi farmaci e sostanze chimiche, si considerano validi anche per l’uomo i risultati ottenuti a scopo di ricerca su topi, conigli, gatti, scimmie, ratti, cani, ecc.

CONTROINDICAZIONI: questi risultati non hanno per l’uomo alcuna validità, nemmeno orientativa. Un recente studio del General Accounting Office (US) rivela che il 51% di 209 farmaci studiati presenta “gravi rischi emersi dopo l’approvazione“ (che comportano ricovero, invalidità o morte).

INDICAZIONI: serve alle case farmaceutiche a alle industrie chimiche per la facilità con cui offre le risposte desiderate. È possibile “selezionare” la risposta, variando la specie animale o le condizioni dell’esperimento.

EFFETTI INDESIDERATI: sempre più frequenti scandali farmacologici (vedi Lipobay, Vioxx, ecc.). Nei paesi industrializzati, come US e Germania, le malattie conseguenti alle cure mediche sono la quarta causa di morte.

COME SI PRESENTA: con due falsi presupposti.

Come un “male necessario”. Esistono invece metodi scientifici e maggiormente predittivi, che usano cellule o tessuti umani, come la ricerca genetica, metodi statistico-epidemiologici, simulazioni al computer, ecc..

Come “unica alternativa alla sperimentazione sull’uomo”. Ma la sperimentazione animale, che spesso ha fatto adottare sostanze dannose per l’uomo, o scartare sostanze benefiche, non impedisce la prova finale sull’uomo (comunque obbligatoria). Al contrario ne aumenta il rischio, fornendo un falso alibi e impostando la ricerca in una direzione errata.

INTERAZIONI: lo stress a cui sono sottoposti gli animali da laboratorio altera i risultati dell’esperimento. Ciò rende la vivisezione inadatta a fornire risposte valide perfino per la specie su cui si sperimenta.

COME SI CONSERVA: solo lontano dalla portata dell’opinione pubblica.

SCADENZA: a breve termine. Sempre più scienziati la rifiutano e chiedono a gran voce una verifica dell’uso degli animali nella sperimentazione (British Medical Journal, n. 328 del 28.02.04).

PRECAUZIONI D’IMPIEGO: riflettere prima dell’uso. La penicillina cura l’uomo e uccide le cavie. La stricnina uccide l’uomo ed è ottima per cavie e scimmie. L’aspirina cura l’uomo e uccide i gatti. L‘arsenico uccide l’uomo ed è ottimo per la pecora…ecc.

AVVERTENZE SPECIALI:

Diffidare da chi si serve di domande come “è meglio salvare un topo o un bambino?”.  Lo stesso farmaco può uccidere il topo e non il bambino.  O il contrario.

Informare i Parlamentari Europei che discutono la legge per la regolamentazione delle sostanze tossiche diffuse nell’ambiente (REACH) che, se il fine è di tutelare la nostra salute, è indispensabile che la valutazione di tossicità non sia fatta con sperimentazione animale.

ATTENZIONE: prima dell’uso leggere tutte le informazioni sul sito www.equivita.org oppure spedire il tagliando.

Ritagliate questo spazio ed inviatelo con i vostri dati a: EQUIVITA, Via P. A. Micheli, 62 - 00197 Roma; Tel: +39.06.3220720; Fax: +39.06.3225370; e-mail: equivita@equivita.it

Per sostenere l’attività di EQUIVITA: c/c postale nr.88922000, intestato a Comitato Scientifico Antivivisezionista, Via P. A. Micheli, 62 - 00197 Roma.

 



 

 
Raccolta fondi
Sostieni la nostra attività con una piccola donazione! Qualsiasi aiuto, anche il più piccolo, può fare la differenza
Invia il tuo contributo
Newsletter
Clicca qui per iscriverti
e ricevere direttamente nella tua mail le notizie sulla Sperimentazione Animale e sulle Manipolazioni genetiche, provenienti da tutto il mondo.
  Sito ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiori - Risoluzione 800 x 600 Designed by Studio Graffiti