Logo Equivita
 
sperimentazione animale chi siamo attività campagne pubblicazioni
  home > comunicati stampa
 
COMUNICATI STAMPA
 

ANCHE L'ITALIA RICORRE

CONTRO I BREVETTI SULLA VITA!

 

Il Comitato Scientifico Antivivisezionista esprime la sua riconoscenza al Presidente del Consiglio, D'Alema, ed ai Ministri che lo hanno sostenuto, per la decisione presa ieri di:

fare intervenire l'Italia nel Ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro la Direttiva Europea 98/44/CE "sulla brevettazione del vivente".

Il Governo Italiano si è fatto interprete:

- del parere fortemente contrario alla direttiva espresso dal Parlamento Italiano in ben tre occasioni nel '98,

- del parere fortemente contrario espresso da una vastissima maggioranza di opinione pubblica all'interno della quale il CSA ha guidato un movimento di numerose associazioni,

- delle forti perplessità espresse sin dal novembre del '97 dal Governo italiano che si astenne dal voto nel Consiglio dei Ministri Europeo,

- degli impegni presi il 9/12/98 dai nostri rappresentanti presso le Nazioni Unite, dove, in occasione delle celebrazioni per il cinquantenario della dichiarazione dei diritti umani, l'Assemblea Generale, su richiesta di Francia, Italia e Spagna, ha adottato la "Dichiarazione sul Genoma Umano ed i Diritti Umani", testo di 25 articoli emanato dall'Unesco l'11/11/97. Secondo questo testo il Genoma Umano è patrimonio dell'umanità e non può essere oggetto di interessi commerciali. I Paesi che hanno sottoscritto la dichiarazione si impegnano a non autorizzare in alcun modo il brevetto di un gene umano. (Questo impegno essendo in totale contrasto con le indicazioni della direttiva 98/44/CE, che consente tali brevetti).

Il CSA è grato al Portavoce Nazionale dei Verdi Luigi Manconi ed al Vicepresidente del Gruppo Verde al Parlamento Europeo, Gianni Tamino, per l'importante azione da loro svolta.

Il CSA, rappresentante italiano all'interno della ECOBP (European Coalition On Biotechnology Patents), coalizione di 40 Organizzazioni Non Governative (ONG) di tutta Europa che si battono contro la Direttiva sulla brevettazione del vivente, si augura che anche le altre Nazioni Europee, dove la preoccupazione per la diffusione di cibi transgenici e per la brevettazione di vegetali manipolati si sta facendo sempre più viva e dove i singoli Governi hanno adottato numerose misure di precauzione, seguano l'esempio di Olanda e Italia, intervenendo anch'esse nel ricorso contro la direttiva.

 
Raccolta fondi
Sostieni la nostra attività con una piccola donazione! Qualsiasi aiuto, anche il più piccolo, può fare la differenza
Invia il tuo contributo
Newsletter
Clicca qui per iscriverti
e ricevere direttamente nella tua mail le notizie sulla Sperimentazione Animale e sulle Manipolazioni genetiche, provenienti da tutto il mondo.
  Sito ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiori - Risoluzione 800 x 600 Designed by Studio Graffiti