Logo Equivita
 
sperimentazione animale chi siamo attività campagne pubblicazioni
  home > attività
 

ATTIVITA'

 

Rapporto Finale del Comitato Scientifico Indipendente sulle Manipolazioni Genetiche

Decine di eminenti scienziati di sette paesi, in rappresentanza di una vasta gamma di discipline che spazia dall'agroecologia, agronomia, biomatematica, botanica, medicina chimica, ecologia, istopatologia, ecologia microbica, genetica molecolare alla biochimica della nutrizione, fisiologia, tossicologia e virologia, si sono uniti (a Londra il 10/5/2003) per proporsi come Comitato Scientifico Indipendente sulle Manipolazioni Genetiche, nel corso di una conferenza presenziata dal Ministro dell'Ambiente britannico Michael Meacher, oltre ad altri 200 partecipanti.
La conferenza si è svolta in concomitanza con la pubblicazione di una bozza di rapporto, The Case for a GM-free Sustainable World ("Per un mondo sostenibile e libero da Ogm") nel quale si lancia un appello affinché si proibiscano i prodotti transgenici, per lasciare posto a tutte le forme di agricoltura sostenibile.
Questo autorevole rapporto, considerato "il dossier contenente le prove più solide e complete" mai stilato sui problemi ed i pericoli delle colture transgeniche, come anche sulla moltitudine di benefici apportati dall'agricoltura sostenibile, è in corso di stesura per essere pubblicato il 15 Giugno 2003.
In anteprima della pubblicazione del rapporto finale di 120 pagine, il Comitato Scientifico Indipendente è lieto di proporre una sintesi di quattro pagine quale contributo al dibattito nazionale sulle manipolazioni genetiche in corso nel Regno Unito.
Questo documento rappresenta una sfida lanciata ai sostenitori delle manipolazioni genetiche, affinché siano loro a rispondere ai nostri argomenti.
La fondatezza dei prodotti geneticamente modificati deve ancora essere dimostrata.

Vi preghiamo di dare larga diffusione al presente documento.

 

Rapporto del Comitato Scientifico Indipendente (pubblicato il 15 Giugno 2003)

A dimostrazione della fondatezza di un mondo sostenibile e libero da GM (Sintesi)

Perché libero da GM?

1. Le colture GM non sono riuscite a produrre i benefici promessi:
- Nessun aumento nelle rese o riduzioni significative nell'uso di erbicidi o pesticidi;
- Si calcola che gli Stati Uniti abbiano perso $12 miliardi nelle colture GM a causa del rifiuto mondiale di tali colture;
- Massicce perdite di colture, raggiungendo fino al 100%, sono state riportate in India;
- Un futuro ad alto rischio per l'agrobiotecnologia: "la Monsanto potrebbe rivelarsi un altro disastro in agguato per gli investitori".

2. Le colture GM pongono crescenti problemi alle aziende agricole:
- Le linee transgeniche sono instabili: "la maggior parte delle inattivazioni transgeniche non arrivano ad essere pubblicate in letteratura";
- Erbe spontanee e infestanti tolleranti a tre erbicidi sono emerse in Nord America;
- Erbe infestanti N- (fosfonometil) glicina-tolleranti infestano il cotone e la soia MG, tornando all'uso di atrazina;
- Le caratteristiche dei biopesticidi Bt minacciano di creare parassiti Bt-resistenti.

3. Una estesa contaminazione transgenica è inevitabile:
- Un'estesa contaminazione transgenica si rileva nel mais autoctono in aree remote del Messico;
- In Canada 32 su 33 sementi commerciali sono risultate contaminate;
- Il polline rimane sospeso nell'aria per ore e una velocità del vento di 70 Km/ora non è considerata eccezionale;
- Non ci può essere convivenza tra colture GM e colture non GM.

4. Le colture GM non sono sicure:
- Non è stato dimostrato che le colture GM siano sicure: la normativa è stata irrimediabilmente viziata sin dall'inizio;
- Il principio della "sostanziale" equivalenza, vago e mal definito, ha liberamente concesso alle imprese di dichiarare prodotti GM "sostanzialmente equivalenti" ai prodotti non GM, e dunque sicuri.

5. I prodotti agroalimentari GM destano serie preoccupazioni rispetto alla loro sicurezza:
- Nonostante la carenza di studi credibili, gli attuali risultati destano serie preoccupazioni sulla loro sicurezza;
- Effetti simili a quelli del fattore di crescita a carico dello stomaco e dell'intestino tenue sono stati attribuiti al processo o ai prodotti transgenici e dunque potrebbero trovarsi in tutti i prodotti agroalimentari GM.

6. Prodotti genetici pericolosi sono incorporati nelle colture agroalimentari:
- Proteine Bt, incorporate in 25% di tutte le colture GM a livello mondiale, sono dannose per molti insetti ed alcune sono potenti antigeni ed allergeni sia per gli esseri umani che per altri mammiferi;
- Colture agroalimentari sono sempre più usate per la produzione di medicine e farmaci, incluse le citochinine che sopprimono il sistema immunitario e sono collegate alla demenza, alla neurotossicità e producono effetti collaterali sull'umore e sulle funzioni cognitive; vaccini e sequenze virali come il gene della proteina "spike" del coronovirus dei suini, che appartiene alla stessa famiglia del virus del SARS, fautore dell'attuale epidemia: ed il gene della glicoproteina gp120 del virus dell'AIDS potrebbe interferire con il sistema immunitario e ricombinarsi con virus e batteri per generare fattori patogeni nuovi ed imprevedibili.

7. Colture "Terminator" diffondono la sterilità maschile:
- Le piante modificate con "geni suicida" per la sterilità maschile, promosse per prevenire la diffusione di transgeni, di fatto diffondono sia la sterilità maschile che la tolleranza agli erbicidi per mezzo del polline.

8. Erbicidi ad ampio-spettro sono altamente tossici per gli esseri umani ed altre specie:
- Sia il glufosinato di ammonio che il N- (fosfonometil) glicina, usati su piante GM erbicida-tolleranti che attualmente rappresentano il 75% di tutte le piante GM a livello mondiale, sono veleni per il sistema metabolico;
- Il glufosinato di ammonio è associato a tossicità neurologiche, respiratorie, gastrointestinali ed ematiche ed anche a difetti di nascita sia negli umani che nei mammiferi: è anche tossico per farfalle ed alcuni insetti benefici, le larve di vongole ed ostriche, la Daphnia ed alcuni pesci d'acqua dolce, specialmente la trota iridea; inibisce batteri benefici della terra e i funghi, specialmente quelli che fissano l'azoto;
- Il N- (fosfonometil) glicina è la causa più frequente di lamentele e avvelenamenti nel Regno Unito e sono anche stati riportati disturbi di una pluralità di funzioni fisiologiche dopo un'esposizione a livelli normali di utilizzo; l'esposizione al N- (fosfonometil) glicina ha quasi raddoppiato il rischio di aborti spontanei e i figli degli utenti del N- (fosfonometil) glicina rivelano un alto numero di difetti neuro-comportamentali; il N- (fosfonometil) glicina ritarda lo sviluppo dello scheletro fetale negli esperimenti in laboratorio, inibisce la sintesi di steroidi ed è genotossico nei mammiferi, nei pesci e nelle rane; l'esposizione ad una dose equivalente a quella utilizzata nei campi causa la morte nel 50% dei casi insieme a significativi danni intestinali ai sopravvissuti; Roundup (la formula Monsanto del N- (fosfonometil) glicina) provoca una disfunzione nella divisione cellulare che potrebbe essere associata ai tumori negli umani.

9. L'ingegneria genetica crea dei super-virus:
- I pericoli maggiormente insidiosi dell'ingegneria genetica sono inerenti al processo stesso; aumenta enormemente la portata e la probabilità di un trasferimento genetico orizzontale e di una ricombinazione, il modo principale di creare virus e batteri che producono epidemie;
- Tecniche più recenti, come il rimescolamento del DNA, permettono ai genetisti di creare in laboratorio, nell'arco di qualche minuto, milioni di virus ricombinanti che non sono mai esistiti in miliardi di anni di evoluzione;
- Virus patogeni e batteri con il loro materiale genetico sono i principali materiali e strumenti dell'ingegneria genetica, come anche della creazione intenzionale di armi biologiche.

10. DNA transgenico negli alimenti viene assorbiti dai batteri nell'intestino umano:
- Il DNA transgenico delle piante viene assorbito da batteri sia nella terra che nell'intestino di volontari umani; i geni marcatori della resistenza agli antibiotici possono trasmettersi dagli alimenti transgenici ai batteri patogeni, rendendo molto difficile trattare infezioni.

11. DNA transgenico ed il cancro:
- Il DNA transgenico, che sopravvive alla digestione nell'intestino e che si trasferisce nel genoma delle cellule dei mammiferi, aumenta le possibilità di produrre un cancro;
- Alimentare gli animali con prodotti GM come il mais può comportare dei rischi non solo per gli animali ma anche per gli esseri umani che consumano i prodotti animali.

12. Il promotore CaMV 35S aumenta il trasferimento genetico orizzontale:
- Le prove suggeriscono che i prodotti transgenici con il promotore CaMV 35S potrebbero essere particolarmente instabili e atti al trasferimento genetico orizzontale e alla ricombinazione, con tutti i rischi associati: mutazioni genetiche dovute a inserzione casuale, cancro, re-attivazione di virus dormienti e la generazione di nuovi virus.

13. Un trascorso di falsificazioni e di soppressioni di prove scientifiche:
- Vi è un lungo trascorso di falsificazioni e di soppressioni di prove scientifiche, specialmente sul trasferimento genetico orizzontale. Non sono stati fatti esperimenti chiave o sono stati fatti in modo erroneo e poi presentati in modo falso. Molti esperimenti non hanno avuto seguito, incluse le ricerche sul sapere se il promotore CaMV 35S sia responsabile degli effetti "simili a quelli del fattore di crescita" osservati in seguito ad un alimentazione con patate GM.

I prodotti GM non sono riusciti a fornire i benefici promessi e stanno producendo problemi sempre maggiori per le aziende agricole. La contaminazione transgenica è ora ampiamente riconosciuta come inevitabile, il che fa sì che non ci possa essere convivenza tra l'agricoltura GM e quella non GM. Più importante ancora, i prodotti GM non sono stati dimostrati essere sicuri. Al contrario, sono emerse sufficienti prove che destano serie preoccupazioni riguardo la sicurezza che, qualora fossero ignorate, potrebbero provocare danni irreversibili alla salute e all'ambiente. I prodotti GM dovrebbero dunque essere fermamente respinti sin da ora.

**********

Perché l'Agricoltura sostenibile?

1. Maggiore produttività e maggiori raccolti, specialmente nel terzo mondo:
- 8.98 milioni di agricoltori hanno adottato le forme di agricoltura biologica su 28.92 milioni di ettari in Asia, America Latina e Africa; fonti attendibili riguardanti 89 progetti rivelano maggiore produttività e maggiori raccolti: 50-100% di aumento nel raccolto per le colture alimentate ad acqua piovana, e 5-10% per le colture irrigate; i maggiori successi comprendono Burkina Faso, che ha trasformato un deficit di produzione di cereali di 644kg. all'anno in un sovrappiù di 153 kg., l'Etiopia, dove 12.500 gestioni familiari hanno goduto di un aumento del 60% nel raccolto prodotto, e l'Honduras e Guatemala, dove 45.000 famiglie hanno aumentato i loro raccolti da 400-600 kg/ha a 2.000-2.500 kg/ha;
- Studi a lungo termine nei paesi industrializzati dimostrano che la produzione delle colture biologiche è paragonabile a quella delle colture tradizionali, quando non più elevata.

2. Migliori terreni:
- Le pratiche di agricoltura biologica riducono l'erosione del terreno, migliorano la sua struttura fisica e la sua capacità di ritenzione dell'acqua, che sono essenziali nello scongiurare la perdita del raccolto nei periodi di siccità;
- La fertilità viene conservata o migliorata da diverse pratiche in uso nell'agricoltura biologica;
- L'attività biologica è più elevata: maggiore quantità di vermi, artropodi, micorrize ed altri funghi, e microrganismi, tutti benefici per il riciclaggio dei nutrienti e per la soppressione delle fitopatologie.

3. Un ambiente più pulito:
- Poche o nessuna emissione di sostanze chimiche;
- Meno nitrati e fosfati che passano alle falde sotterranee;
- Migliori capacità di infiltrazione con i sistemi biologici, dunque minore disponibilità all'erosione ed all'inquinamento dell'acqua dallo scorrere sulla superficie del suolo.

4. Riduzione dei pesticidi senza aumento dei parassiti:
- La gestione integrata dei parassiti ha ridotto il numero di aspersioni di insetticida in Vietnam da 3;4 a 1,0 per stagione, in Sri Lanka da 2.9 a 0.5, ed in Indonesia da 2.9 a 1.1 per stagione;
- Nessuna maggiore perdita di raccolto dovuta al ritiro degli insetticidi di sintesi nella produzione di pomodori californiana;
- Il controllo dei parassiti si può fare senza insetticidi e annullando l'effetto del danno al raccolto, ad esempio, usando le "colture trappola" per attirare la piralide.

5. La difesa della biodiversità e l'uso della diversità:
- L'agricoltura biologica promuove la biodiversità agricola, determinante per la sicurezza alimentare; l'agricoltura biologica può sostenere una biodiversità assai più vasta, recando beneficio a delle varietà che hanno subito un notevole declino;
- I sistemi di colture integrate, a Cuba, sono da 1.45 a 2.82 volte più produttivi che non le monocolture;
- Migliaia di coltivatori cinesi di riso hanno raddoppiato i raccolti e praticamente eliminato delle patologie devastanti, semplicemente mescolando la semina di due varietà;
- La biodiversità del suolo è anch'essa migliorata dall'agricoltura biologica, con effetti benefici come il recupero e la riabilitazione di suoli degradati, il miglioramento della struttura del terreno e dell'infiltrazione dell'acqua.

6. La sostenibilità ambientale ed economica:
- La ricerca applicata alla produzione delle mele ha classificato l'agricoltura biologica al primo posto nella sostenibilità ambientale ed economica; ha classificato il sistema integrato secondo e l'agricoltura convenzionale ultima: le mele biologiche sono state di maggiore profitto a causa dei "price premiums", cioè del valore aggiunto, del più rapido rientro dei capitali investiti e del recupero immediato dei costi;
- Una ricerca svolta in tutta Europa dimostra che l'agricoltura biologica produce di più dell'agricoltura convenzionale nella maggior parte degli indicatori ambientali;
- Un controllo effettuato della FAO conclude che un'agricoltura biologica ben gestita porta a condizioni più favorevoli a tutti i livelli ambientali.

7 .La riduzione dei cambiamenti climatici con il minore impiego diretto ed indiretto di energia:
- L'agricoltura biologica, se confrontata con l'agricoltura tradizionale, utilizza l'energia in modo molto più efficace e riduce enormemente le emissioni di CO2, sia per quanto riguarda l'uso diretto di energia, con il carburante, sia per quanto riguarda l'uso indiretto con i fertilizzanti chimici e gli insetticidi;
- L'agricoltura biologica restituisce al suolo il suo contenuto di materia organica, aumentando la capacità del suolo di trattenere il carbonio) e recuperando in tal modo un importante bacino di CO2;
- L'agricoltura biologica emette probabilmente minore quantità di biossido d'azoto (NO2), altro importante gas ad effetto serra, che è anche una delle cause d' impoverimento dell'ozono stratosferico.

8. Produzione efficiente e redditizia:
- Qualsiasi riduzione nella produzione dell'agricoltura biologica è più che compensata dai vantaggi ecologici e di efficienza;
- Le piccole aziende producono assai più per unità di superficie di quanto producano le grandi aziende di agricoltura convenzionale;
- I costi di produzione dell'agricoltura biologica sono spesso più bassi di quelli dell'agricoltura convenzionale, e recano dei profitti netti equivalenti o più alti, anche senza tenere conto dei "price premiums" del biologico; quando poi vengono calcolati i "price premiums", i sistemi biologici sono quasi sempre di maggiore rendimento.

9. Maggiore sicurezza alimentare e maggiori benefici alle comunità locali:
- Un'analisi dei progetti di agricoltura sostenibile che riguardava 4,42 milioni di agricoltori per una superficie pari a 3,58 milioni di ettari, ha mostrato che la produzione media di cibo per unità familiare è aumentata di 1,71 tonnellate all'anno.
- L'aumento della produttività fa crescere le scorte alimentari e dunque le entrate. Riduce in tal modo la povertà, aumenta l'accesso al cibo, riduce la denutrizione ed aumenta la salute e la qualità della vita;
- Le procedure usate nell'agricoltura biologica derivano in grande parte dalle conoscenze tradizionali ed indigene, e mettono l'accento sull'esperienza e la capacità di innovazione dell'agricoltore. In tal modo migliorano il suo status e la sua autonomia, migliorano anche le relazioni sociali e culturali all'interno delle comunità locali;
- Per ogni sterlina spesa in un negozio della catena di prodotti biologici Cusgarne, si producono 2,59 sterline per l'economia locale, mentre una sterlina spesa in un supermercato genera solo 1,40 sterline per l'economia locale.

10. Migliore qualità del cibo per la salute:
- Il cibo biologico è più sicuro, dal momento che l'agricoltura biologica vieta l'uso dei pesticidi: è dunque raro trovare dei residui chimici tossici;
- La produzione biologica vieta l'uso di additivi chimici, come i grassi idrogenati, l'acido fosforico, l'aspartame, ed il glutammato di monosodio, che sono stati collegati a problemi di salute dei più svariati, come quelli circolatori, l'osteoporosi, le emicranie e l'iperattività;
- Diversi studi hanno dimostrato che, mediamente, il cibo biologico ha maggiore contenuto di vitamina C, di minerali e di composti fenolici delle piante (elementi di piante che possono tener lontani il cancro ed i problemi circolatori, che possono combattere le disfunzioni neurologiche della tarda età) ed un contenuto assai inferiore di nitrati, che sono elementi tossici.

L'agricoltura sostenibile si è rivelata benefica in tutti gli aspetti legati alla salute ed all'ambiente. Inoltre essa è fonte di sicurezza alimentare e benessere sociale e culturale per le comunità locali, ovunque esse si trovino. Vi è un bisogno urgente per una conversione globale verso tutte le forme di agricoltura biologica.

Contatti: Lim Li Ching 44-(0)20-86430681 ching@I-sis.org.uk;
Dr. Mae-Wan Ho 44-(0)20-7272-5636 m.w.ho@I-sis.org.uk

 
Raccolta fondi
Sostieni la nostra attività con una piccola donazione! Qualsiasi aiuto, anche il più piccolo, può fare la differenza
Invia il tuo contributo
Newsletter
Clicca qui per iscriverti
e ricevere direttamente nella tua mail le notizie sulla Sperimentazione Animale e sulle Manipolazioni genetiche, provenienti da tutto il mondo.
  Sito ottimizzato per Internet Explorer 5 o superiori - Risoluzione 800 x 600 Designed by Studio Graffiti