Notiziario n° 6 (1996)

Roma, ottobre 1996


Cari amici,

l'emergenza "biotecnologie" si è fatta sempre più pressante: malgrado i molti gridi     d'allarme, il mondo della scienza, nel suo complesso, ritiene di poter attuare le manipolazioni genetiche a suo piacimento, in particolare alterando il patrimonio genetico di alcuni animali. Tutto ciò, in nome del cosiddetto "progresso",  ma in realtà a causa di forti interessi commerciali, cui talvolta si aggiungono gli interessi professionali dell'ambiente della ricerca.
Come ci ha illustrato l'On. Prof. Gianni Tamino, nel corso della Conferenza dell'11 luglio al Cenacolo, un antropocentrismo sempre più diffuso, che non rispetta le "caratteristiche di specie" degli altri esseri che popolano il Pianeta, porta gravi danni, anche economici, alla specie umana. Lo si è visto in agricoltura, lo si è visto nella zootecnia, con la vicenda della "mucca pazza", o BSE.
Ma oltre all'antropocentrismo, ha sempre portato grave danno all'umanità la frettolosa applicazione commerciale di nuove conoscenze scientifiche, incomplete ed inadeguate a garantire la nostra sicurezza; a questa  si è unita sempre una informazione parziale e poco corretta dell'opinione pubblica. Ciò è avvenuto in occasione delle maggiori catastrofi mondiali degli ultimi anni: Seveso, Chernobyl e BSE o mucca pazza, succedutesi con cadenza decennale (1976,1986,1996) e tutte prevedibili, in qualche modo, almeno dieci anni prima...Noi non vorremmo che nel 2006 (o prima?) avvenisse la catastrofe oggi prevedibile, causata dalla leggerezza con la quale si altera il DNA degli organismi viventi.  
Oggi si è capito come si possono modificare i geni all'interno del DNA di un organismo vivente, ma non si conoscono assolutamente le funzioni di tutti i geni, nè le interazioni tra di loro. A nostro parere, è assurdo modificare un gene senza aver capito la complessità di tutto l'insieme, così come è assurdo inserire un organismo "nuovo" (modificato geneticamente) nell'ambiente, senza tenere conto degli imprevedibili riflessi di tale gesto.
Gli articoli raccolti negli ultimi due bollettini approfondiscono questi temi, che riprendiamo per spiegare la ragione che ci ha indotto a far proseguire per un altro anno la campagna "La manipolazione genetica è uno scherzo orrendo che stiamo facendo ai nostri figli". Sopratutto ci preoccupano due eventi recenti:
1) La Direttiva Europea che prevede la brevettazione della materia vivente, bocciata dal Parlamento il 1° marzo '95, è stata ripresentata, sotto la spinta delle industrie, già nel dicembre scorso, e verrà discussa nei prossimi mesi.
2) Il 22/5/96 è stato emesso dal GCEB (Gruppo dei Consiglieri per l'Etica delle Biotecnologie della Commissione Europea) un "Parere" favorevole alla creazione di animali transgenici!!  E per giunta questo Parere, reso noto durante una riunione del Gruppo proprio a Roma, è stato rilevato e contestato soltanto da noi...

Per quanto riguarda le attività svolte nell'ultimo anno, il nostro impegno si è manifestato in articoli, lettere, conferenze in varie città, sensibilizzazione di molti ambienti (in particolare quello ecologista, che forse dopo "la mucca pazza" inizia a vedere i collegamenti tra le nostre finalità e le loro), rapporti con le associazioni ed istituzioni nazionali ed estere (La  dott. Laura Selan, biologa della Università "la Sapienza" di Roma, del nostro C.S.A., è stata invitata a tenere una relazione al Convegno "2nd World Congress on Alternative Methods and Animal Experimentation" che si terrà ad Utrecht dal 20 al 24 ottobre).

L'11 luglio '96, nell'Aula del Cenacolo della Camera dei Deputati, si è svolta la IIIa Assemblea Nazionale del Comitato Scientifico Antivivisezionista. In questa occasione il C.S.A. ha indetto una Conferenza Stampa per presentare un Documento intitolato "La Strada intrapresa dalla Ricerca Biomedica e le Biotecnologie". Sono stati estremamente interessanti i contenuti delle relazioni presentate ed il dibattito che ha seguito la Conferenza. Erano relatori:
- l'On. Gianni Tamino, Europarlamentare Verde e firmatario del Documento, che non ci occorre presentarvi, perchè è da voi tutti conosciuto;
- l'On. Gianni Mattioli, Sottosegretario ai Lavori Pubblici e presentatore, nel '93, della "Mozione per la Bioetica", firmata a larga maggioranza dalla Camera dei Deputati (questa mozione impegnava il Parlamento a non consentire, ad esempio, la creazione di animali transgenici). L'On. Mattioli ha ribadito il suo desiderio e fermo impegno ad agire contro la Direttiva Europea sulla brevettazione della vita e ad affiancarci nelle nostre azioni;
- l'On. Carlo Ripa di Meana, Europarlamentare Verde e Portavoce nazionale, sempre sostenitore delle battaglie in difesa della salute e degli animali;
- la Sen. Carla Rocchi, Sottosegretario alla Pubblica Istruzione e Socia Fondatrice di "Imperatrice Nuda";
- il Sen. Gianni Lubrano, che ha, quale magistrato, focalizzato gli aspetti giuridici delle nostre future azioni.
Durante il dibattito che ha seguito le relazioni, hanno preso la parola il Prof. Chieffi, membro del Comitato Nazionale per la Bioetica, il Prof. Giuseppe Sermonti, del C.S.A., e molte altre personalità dell'ambiente culturale e scientifico.
Questa Conferenza ci ha dato la dimostrazione dei consensi che a livello di Parlamento Italiano ed Europeo possiamo suscitare sui nostri temi.

Durante l'anno siamo stati anche e sopratutto impegnati nella realizzazione di due grandi eventi di raccolta fondi, che hanno avuto una certa risonanza nei media.
Il primo, il 30/11/95, è stato la "2a Asta d'Arte Contemporanea contro la Sperimentazione Animale" che si è svolta, con il Patrocinio del Comune di Milano, nella bellissima Palazzina Liberty di Milano. Presidente del Comitato promotore, come per la precedente Asta di Roma, Maurizio Calvesi; membri del Comitato: Gillo Dorfles, Piero Citati, Lea Massari, Luigi Squarzina, Vittorio Gassman, ed altri. Sono state vendute cento opere di artisti importanti e, sopratutto, è stata una buona occasione per parlare delle nostre finalità su giornali, radio e televisione.
Il secondo evento si è svolto il 20/4/96 a Roma , nel Roof Garden del Palazzo delle Esposizioni. Abbiamo venduto 350 biglietti per una "Cena con spettacolo", di grande successo, durante la quale si sono generosamente esibiti per noi Lello Arena (come conduttore), Carmen    Russo (con un bellissimo balletto acrobatico cantato), Enzo Gragnaniello (con le sue meravigliose canzoni napoletane accompagnate da chitarra), Maurizio Micheli (in uno sketch divertentissimo) e altri.

Ricordate, cari amici, se vi sembra che abbiamo fatto un lavoro discreto, che lo abbiamo potuto portare avanti solo grazie al vostro aiuto. Con il vostro aiuto potremo fare  anche moltissimo di più, poichè non sono le idee che ci mancano per portare avanti la causa e  non è la volontà che ci verrà mai meno. Chiunque ne ha la possibilità e vede l'importanza di ciò  che cerchiamo di ottenere, ci mandi un contributo, rinnovi il suo versamento di sostenitore. Non abbiamo quote di associazione, nè scadenze, ma vi preghiamo di non dimenticarci, anche se quello attuale è un momento difficile per tutti.

Vi inviamo intanto i nostri saluti più affettuosi

Fabrizia Pratesi