OMAGGIO A SORPRESA

 

Ci giunge questa lettera di Fabrizia Pratesi, datata 1.11.2014:

 

Cari amici, abbiamo avuto un bellissimo omaggio del tutto a sorpresa.

“Animalisti italiani”, importante associazione italiana che si batte contro la sperimentazione animale da molte decine d’anni e con la quale Equivita ha spesso collaborato, è tra le 240 associazioni sostenitrici di STOP VIVISECTION.

Avevo ricevuto un invito per partecipare ad una conferenza stampa per il lancio di una nuova campagna anti-vivisezionista. Lo avevo accolto molto di buon grado, quale occasione per rivedere molti vecchi amici e per parlare da un microfono, ancora una volta, di STOP VIVISECTION, Iniziativa dei Cittadini Europei ormai vicina alla fase finale del suo iter burocratico (la fase del confronto con il Parlamento europeo e con la Commissione). L’evento era allietato dalla presenza di una madrina eccezionale: Romina Power.

La prima rivelazione è stata quella della grazia, aggiunta alla sensibilità e alla determinazione sui fronti che a noi interessano, di Romina Power.

Ma la seconda sorpresa, ancor più grande, è giunta quando il telone che copriva l’immagine della campagna è stato sollevato.

La campagna esordiva con la raccolta firme su di una petizione per un sostegno da parte di tutti,  in particolare di tutti quelli che l’anno scorso non hanno potuto far parte dei 1.200.000 firmatari, all’Iniziativa STOP VIVISECTION !

La petizione (di cui potete leggere i dettagli sul sito www.animalisti.it) chiede al Parlamento europeo di dare ascolto alla ICE “STOP VIVISECTION”, facendo in modo che venga calendarizzata al più presto la data dell’audizione con la Commissione, e che vengano poi attuate le richieste di un milione e duecentomila cittadini europei.

Il Comitato promotore di STOP VIVISECTION ringrazia “Animalisti Italiani” per questo importante sostegno e auspica che siano in molti a recarsi ai tavolini a firmare (leggere sul sito di “Animalisti” dove si potranno apporre le firme).

 Fabrizia Pratesi