Percorso




Banner_no_viv

Banners



COME SOSTENERCI?
clicca qui

cingliale

Gogodigital Paypal Donation



AcyMailing Module


Iscriviti

    Iscriviti alle newsletter di           Equivita

Vienici a trovare su Facebook


Facebook Image

Seguici su Twitter


Twitter Image


Comunicato 01/2/10
EQUIVITA ringrazia il Ministro Luca Zaia

e lo incita a proseguire nella difesa dei diritti dei cittadini italiani

Il Comitato Scientifico EQUIVITA esprime il suo sostegno al Ministro Zaia, messo in difficoltà dalla clamorosa sentenza del Consiglio di Stato - che autorizza la coltivazione di mais modificato all’associazione Futuragra – stravolgendo il percorso istituzionale sulle autorizzazioni agli Ogm, normato dal decreto 212 del 2001.

“Non riesco a capire la motivazione di questa sentenza”, dice Fabrizia Pratesi, segretario del Comitato Scientifico EQUIVITA. “L’Unione Europea non ha stabilito l’obbligo alla coltivazione degli Ogm. Gli Stati Membri sono autorizzati ad usarli soltanto in rispetto di norme di tracciabilità, di etichettatura e di coesistenza. Per quanto attiene alla coesistenza, ha chiesto agli Stati Membri di formularne le regole, che in Italia sono legate all’iter del decreto legislativo 212/2001. Queste regole sono indispensabili, non fosse altro che sotto il profilo economico, e non possono essere trascurate.
Disattenderle significa trascurare il Principio di Precauzione, sul quale si basano il Trattato dell’Unione, il Trattato di Cartagena e numerosi altri accordi internazionali”.

A questa prima considerazione va aggiunto che lo stesso Presidente della Commissione Europea Manuel Barroso ha recentemente espresso un orientamento favorevole a lasciare agli Stati Membri la libera scelta sugli Ogm, e che l’Unione Europea ha accettato l’esistenza delle zone Ogm-free.

Concordiamo con Slow-food nel vedere in quest’episodio ancora una mossa della politica dei “fatti compiuti” con la quale gli Ogm si sono fino ad oggi diffusi, iniziata in USA con la loro approvazione da parte del FDA (Food and Drug Administration) malgrado il parere negativo degli scienziati.

EQUIVITA sostiene la proposta del presidente della Coldiretti Sergio Marini di un Referendum su scala nazionale (in attesa di poterlo estendere su scala europea) non essendo alcuno ancora stato in grado di evidenziare una qualsivoglia caratteristica migliorativa degli Ogm (per cittadini o agricoltori) che giustifichi non solo i danni ed i rischi, ma anche tutta questa confusione e difficoltà normativa che da essi deriva.

 

Comitato Scientifico EQUIVITA
Tel. + 39. 06.3220720, + 39. 335.8444949, + 39.335.312951
E-mail: equivita@equivita.it
Sito internet: www.equivita.org



Powered by Joomla! 1.6 - Webmaster: Roberto Trozzo