COMUNICATO EQUIVITA - OSA

6 agosto 2019

-----------------------------------------

Sperimentazione animale

I toni per discuterne

 

Sei macachi destinati a una lunga, invasiva, multimilionaria sperimentazione di laboratorio hanno riacceso, proprio in queste settimane, il dibattito sui test animali: sono davvero indispensabili? O sono invece inutili e inutilmente crudeli, un retaggio del passato sul quale urge voltare pagina?

I professori di filosofia della scienza Giulio Giorello e Corrado Sinigaglia, sul Corriere della Sera del 25 luglio scorso hanno lanciato un guanto di sfida nel campo degli animalisti: stigmatizzando i toni ingiuriosi, l’approssimazione e i moralismi dei loro “avversari”, hanno nel contempo riaffermato la necessità e la liceità di discutere di sperimentazione animale, purché nei toni e nelle sedi appropriate.

A noi che “sostenitori accesi dell’animalismo”  non siamo, a noi che da quando siamo nati opponiamo alla sperimentazione animale argomentazioni di natura scientifica (ci chiamiamo Comitato Scientifico EQUIVITA e Associazione medico scientifica Oltre la Sperimentazione Animale/OSA) questa sfida non può che far piacere.

Il guanto è raccolto. Ci siamo. E non sarà difficile trovare le sedi appropriate. Un dibattito serio, preciso, scientifico, sull’utilità e la liceità della sperimentazione animale: è ciò che da sempre auspichiamo. Se Giorello e Sinigaglia non sono isolati avamposti, siamo certi che il confronto da essi auspicato sarà di estremo interesse per tutti.

Comitato Scientifico EQUIVITA

Associazione medico-scientifica OSA, Oltre la Sperimentazione Animale

 

Qui di seguito: le posizioni di Equivita-Osa

Intervento di risposta di Equivita e OSA

pubblicato dal Corriere della Sera il 5.8.2019, pag.29, in “INTERVENTI E REPLICHE”,

in risposta all’intervento di Giulio Giorello e Corrado Sinigaglia del 25.7.19

Sperimentazione animale, i toni per discuterne.

Il Comitato scientifico EQUIVITA e l’Associazione medico-scientifica Oltre la Sperimentazione Animale (OSA), esprimono accordo con Giulio Giorello e Corrado Sinigaglia: i toni ingiuriosi non giovano alla causa della libertà civile. Essi auspicano dunque che si possano vagliare con pacata accuratezza non solo gli argomenti di chi, come Sinigaglia, ha profonda familiarità con la ricerca su animali, ma anche quelli di chi coltiva il dubbio, non quale “animalista”, ma quale ricercatore informato sulle tante problematicità emergenti nel settore, in cui sono reperibili metodologie nuove, impensabili anche solo vent’anni fa.

Il dubbio è il sale della scienza.

Ogni disputa scientifica è un’occasione per crescere. EQUIVITA e OSA raccolgono e ripropongono gli interrogativi via via emergenti in materia di ricerca su animali, a firma di prestigiosi rappresentanti della comunità scientifica internazionale, in numero ormai ragguardevole, consultabili da chiunque sul sito Pub Med (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc)

 Alzheimer, Parkinson, Depressione, Cancro e la stessa tossicologia, sono oggi argomento di riflessione anche per chi si è formato alla scuola del modello animale e opera con esso: il bisogno di voltare pagina si afferma di pari passo con l’emergere di nuovi strumenti di conoscenza e d’indagine: “Chi ottant'anni fa pensava che l’uomo e gli animali reagissero più o meno allo stesso modo a farmaci e malattie, va scusato. Ora non più”, si legge nell’analisi che tre ricercatori americani, Ray Greek (Americans for Medical Advancement), Annalea Pippus (avvocato e psicologa) e Lawrence Hansen (docente alla University of California, nella top list del Journal of Alzheimer Disease per il suo contributo alle neuroscienze) hanno dedicato alla necessità di un cambio di paradigma nella ricerca biomedica: The Nuremberg Code  (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3532312)

 Ben venga allora l’invito a trovare sedi opportune per “discussioni, anche ad ampio raggio, sull’opportunità della sperimentazione animale” avanzato da Giorello e Sinigaglia. 

Restiamo in attesa.

 

Fabrizia de Ferrariis Pratesi - Comitato Scientifico Equivita

Maria Concetta Digiacomo – OSA, Oltre la Sperimentazione Animale, Associazione medico-scientifica